BASE TRAPANI

BASE DI TRAPANI
MARINA VENTO DI MAESTRALE - Via dei Gladioli - 91100 Trapani

CONTATTO:
Pino Palumbo : +39.3403313608

PREVISIONI METEO
Canale VHF n. 68 in qualsiasi momento (in italiano e in inglese), o tramite il nostro servizio SMS.
Canale di emergenza 16, canale base 74.
YACHTS BASE TRAPANI

Itinerari da Trapani

38°00’,53 N – 12° 29’,58 E

Meteo VHF 68

Base Manager

+39 335 76 77 260

Il Porto Turistico “Vento di Maestrale”, una piccola marina attrezzata e funzionale, si trova proprio di fronte l’imboccatura del porto di Trapani. Una posizione privileggiata, sia per la vicinanza dei servizi offerti dal porto che per la facilità di accesso al centro storico della città di Trapani, con le sue bellissime Chiese, i suoi vicoli caratteristici, i ristoranti tipici, le spiagge e le calette balneabili.

I nostri pontili, posizionati al riparo dai venti e dalle correnti in modo tale da garantire sicurezza e confort a prescindere dalle condizioni meto-climatiche, sono tutti dotati di colonnine attrezzate multifunzione, per l’erogazione di acqua e luce. Il fondale raggiunge una profondità massima di 3,30 metri. Sono disponibili anche posti barca a secco, ideali per gommoni e piccole imbarcazioni a motore.

La marina offre inoltre servizi di vario genere, appositamente studiati per garantire un’ottima accoglienza e una permamenza gradevole: dal bar al minimarket, dai servizi igienici alle docce, dalla guardiania h24 (con video sorveglianza) al servizio di tranfert da/per aeroporti e altre località, dal noleggio bici alla rete internet wi-fi.

Vento di maestrale è la scelta ideale per brevi transiti o per lunghe soste, da cui partire e/o ripartire alla volta delle mete più belle e suggestive del mediterraneo e della Sicilia occidentale: le isole Egadi (Favignana, Levanzo e Marettimo), Pantelleria, Ustica, San Vito lo Capo, la Riserva dello Zingaro, Catellammare del Golfo, Marsala, Menfi, Lampedusa, la costa nord-africana, etc.

Riportiamo in sintesi alcune info utili:

Coordinate: 38° 00’,53 N – 12° 29’,58 E

Posti barca in mare: X

Posti barca a secco: X

Accessi: Tutte le unità (unità da pesca e da diporto incluse) munite di apparato VHF a comunicare via radio (CH 16 e CH 10) al centro VTS della Capitaneria di porto di Trapani di essere in avvicinamento per l’ingresso nel porto di Trapani o in procinto di iniziare la manovra di disormeggio per la successiva uscita. Le unità in avvicinamento al porto di Trapani dovranno effettuare la chiamata almeno 1 miglio prima dell’imboccatura del porto. Le unità in uscita dovranno effettuare la chiamata immediatamente prima di iniziare la manovra di disormeggio. Inoltre è vietata la navigazione a vela all’interno del porto.

Fari e fanali: 3138 (E 1970) – faro a lampi bianchi, periodo 5 sec., portata 12 M, sullo Scoglio Palumbo; 3138.2 – fanale isofase a luce rossa, periodo 2 sec., portata 8 M, nella torre del faro precedente (visibile da 131° a 176°, sulle secche Balata e Balatella); 3150 (E 1976) – fanale a lampi rossi, periodo 3 sec., portata 8 M, sulla testata del Molo Foraneo (Molo della Colombaia); 3151 (E 1979.2) – fanale a lampi rossi, periodo 6 sec., portata 4 M, sull’estremità E della scogliera del porto peschereccio (visibile da 073° a 023°); 3153 (E 1979.4) – fanale a lampi verdi, periodo 4 sec, portata 3 M, sull’estremità ovest della scogliera antemurale dell’approdo turistico (oscurato da 275° a 017°); 3154 (E 1979.5) – fanale a luce fissa rossa, portata 3 M, sull’estremità est della scogliera predetta (oscurato da 035° a 095°); 3156 (E 1978) – fanale a lampi verdi, periodo 3 sec., portata 8 M, sulla’ estremità del Molo Ronciglio; 3162 (E 1980) – fanale a luce fissa rossa 2 verticali, portata 2 M, sulla testata del Pontile Sanità.

Orario di accesso: continuo

Fondali in banchina: in porto e in banchina da 1 a 8 metri

Radio: VHF canale 74

Venti: II, III e IV quadrante

Traversia: Libeccio

Lunghezza massima in transito: 35-40 metri

DISTANZA DALL’AEROPORTO: Aeroporto “Birgi” / Trapani Base 20 Km

DISTANZA DALL’AEROPORTO DI PALERMO: PUNTA RAISI: 80 km

TAXI: Aeroporto “Birgi” (Trapani) / Trapani Base: circa 10 € a persona

MINI BUS: Trapani aeroporto / Base Trapani (per prenotarlo in anticipo con noi): circa 10 € a persona.

Su richiesta sono disponibili altri trasferimenti, da altri punti di partenza o per altre destinazioni.

Distanze via terra – luoghi di interesse (in km)

Centro storico di Trapani: raggiungibile a piedi in pochi minuti

Stazione degli autobus / stazione dei treni: circa 2 km

Erice vetta: stazione della funivia a valle a circa 6 km

Riserva delle Saline di Trapani e Paceco: 10 km

Riserva dello Stagnone – Isola di Mozia: 20 km

Riserva di Monte Cofano: 25 km

Parco archeologico di Segesta: 30 km

Marsala: 35 km

San Vito lo Capo e Riserva dello Zingaro: 45 km

Parco archeologico di Selinunte: 60 km

Servizi in Marina

Tutta l’area è dotata di sistema di sicurezza con telecamere. 

Il personale di sorveglianza, che opera 24 ore su 24, garantisce la massima sicurezza.

Tra i servizi in banchina:

Assistenza all’ormeggio

Assistenza meteo-radar

Colonninne multi funzione, acqua e luce

Alaggio e varo posti barca a secco, con scivoli e personale dedicato

Servizio SUB-sommozzatori

Assistenza meccanica/piccole riparazioni

Sorveglianza/Videosorveglianza

Impianto antincendio

Servizi igienici con bagni e docce

Wine bar e coffee break

Parco giochi per bambini

Carrelli per trasporto bagagli

Raccolta rifiuti solidi urbani

Raccolta oli usati e batterie scariche

Servizio meteo

Internet wifi

Noleggio biciclette

Autonoleggio e servizio transfer convenzionato

Lavanderia comune

A breve distanza dalla nostra marina sono inoltre disponibili:

Distributore carburante (aperto dalle 08:00 alle 19:00)

Cantiere per riparazioni di vario genere

Minimarket e vendita prodotti tipici

La nostra marina fornisce inoltre servizi di recupero in mare

Trapani e dintorni

I Greci la chiamarono Drepanon, falce, i Romani Drepanum; le origini elimo-puniche la vedono sorgere come porto di Erice e villaggio di pescatori. Amilcare Barca verso il 260 a.C. vi costruì il castello di terra e quello di mare, primi punti di forza del sistema difensivo. Trapani che nei secoli ha legato la sua storia e l’economia al mare, per la felice posizione del porto che favoriva i commerci con l’Africa, assunse particolare importanza sotto gli Arabi ai quali si deve la matrice del più antico tessuto urbano. Giacomo d’Aragona nel 1286 la ampliò e Carlo V nel 1535, fermatosi a Trapani di ritorno da Tunisi, dispose il prolungamento delle mura verso ovest. È la XIV tra le 27 città decorate con Medaglia d’oro come Benemerita del Risorgimento nazionale e ha dato i natali a personaggi illustri tra cui Leonardo Ximenes, astronomo ed ingegnere, e Nunzio Nasi, ministro delle poste e della pubblica istruzione nel governo Giolitti.

Il paesaggio di Trapani stupisce per la straordinaria bellezza. La configurazione della città a doppia falce che si protende nel mare, quasi a dividere il Tirreno dal Mediterraneo, riconduce al suo nome antico Drepanon, nata dal mito quando Cerere, dea delle messi, alla disperata ricerca della figlia Proserpina, rapita, perse proprio qui, la falce che recava in mano. Il vero spettacolo sono le isole Egadi e le saline che fanno da scenario sul mare di sud-ovest la mattina al sorgere del sole e al tramonto, offrendo suggestioni e colori emozionanti specialmente in estate. Proprio in questo spazio di mare vicino all’isola di Favignana vi fu la battaglia navale del 241 a.C. tra Romani e Cartaginesi che segnò la fine del dominio di Cartagine. Il paesaggio urbano è stato valorizzato in questi ultimi anni con interventi che hanno restituito alla città il prestigio della sua nobile storia con il suo porto mercantile, quello turistico, il recupero delle mura di nord con il porticciolo di Ossuna e del bastione dell’Impossibile davanti il porto. A sud del porto si estende la Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco, con vasche per la coltivazione del sale. Sito di Interesse Comunitario (SIC) costituisce una delle più importanti aree umide costiere della Sicilia occidentale per le sue valenze biologiche, legate agli aspetti faunistici e floristico-vegetazionali, ed è inserito come ZPS (Zona a protezione speciale per gli uccelli) in quanto area di sosta sulla rotta delle migrazioni verso l’Africa e viceversa. All’interno della Riserva il sale marino viene ottenuto secondo il metodo della coltivazione, lasciando evaporare l’acqua del mare, immessa in grandi vasche salanti nel periodo invernale: gli elementi essenziali sono l’acqua marina, il sole e il vento. La produzione avviene durante il periodo estivo, in particolare nei mesi di luglio, agosto e settembre e a seconda delle condizioni climatiche si possono effettuare anche tre raccolti.

Pino Palumbo
Pino PalumboShip Brokerinfo@sailandyacht.it
Mob.:+39 3403313608

Nome *

Email *

Oggetto

Messaggio (indicare la base richiesta)